Suggerimenti per leggere il paesaggio urbano (2): Confini

Seconda puntata del post “Suggerimenti per leggere il paesaggio urbano.”

2. Confini

2.1. Scopri i confini del territorio.

Proprietà privata

Cos’è un confine? I confini del tuo quartiere possono essere di diversi tipi: amministrativi, sociali o naturali, però il “tuo” quartiere, quello che tu conosci e vivi è probabilmente diverso rispetto al quartiere vissuto dai tuoi genitori, da chi lavora alla pulizia delle strade o dal minisindaco che coordina l’amministrazione. Prenditi un momento per osservare le linee di confine del tuo quartiere e l’ambiente circostante. Prendi una mappa del tuo quartiere e stabilisci quali sono le strade che circoscrivono il territorio. Segna sulla mappa questi confini. Rifletti sui confini del “tuo” quartiere. Quali sono? Quali sono i riferimenti con cui stabilisci i confini del “tuo” quartiere? Strade? Negozi? Le case degli amici? Il parco dove giochi? Segna sulla mappa del “tuo” quartiere personale, quello vissuto. Cosa hai lasciato fuori? Cosa hai voluto includere? Perché? Ci sono delle persone per te importanti che vivono o lavorano oltre i confini? Dove? Riesci a segnarli sulla mappa oltre i confini del tuo quartiere?

2.2. Allarga i confini.

Spesso i confini dei paesaggi sono mobili, si spostano, si allargano o si ritraggono. Nel caso dei paesaggi urbani questi spostamenti rispondono generalmente a decisioni politiche o economiche, altre volte dipendono da fenomeni naturali ma possono anche spostarsi psicologicamente. Con il passare degli anni, per esempio quando cresciamo o quando invecchiamo, i confini del nostro quartiere si restringono o si allargano. Chiediti: ci sono delle tracce che possono aiutarti a determinare chi ha stabilito i confini? Qual è lo scopo di creare o stabilire certi limiti? Come credi che questa divisione sia vissuta dagli abitanti del quartiere e da chi lo visita? Chi trae beneficio da questa divisione (persone, piante, animali)? Questo confine è stato influenzato da persone, animali o altri elementi naturali nel tempo? Come? Perché?

Tratto da: Suggerimenti per leggere il paesaggio urbano
Versione 0.3. 5 luglio 2018

A cura dell’Associazione culturale GoTellGo
Testo di Gabriela Häbich con il contributo di Maria Teresa Natale

Sommario dei capitoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.